Il parcheggio sotterraneo Ghiaia accessibile anche senza permesso ZTL da venerdì 2 dicembre

Il parcheggio sotterraneo Ghiaia accessibile anche senza permesso ZTL da venerdì 2 dicembre

Pubblicato il 28/11/2022

Aperto alla cittadinanza il parcheggio sotterraneo di Piazza Ghiaia. La novità, in vigore da venerdì 2 dicembre, è stata annunciata dal Sindaco Michele Guerra e dagli Assessori Gianluca Borghi e Chiara Vernizzi proprio all’ingresso del Ghiaia Parking durante una vivace mattina di mercato.

 

Un’apertura importante per il comparto commerciale del centro, un tema su cui l’Amministrazione si sta particolarmente concentrando per strutturare progetti e modalità che rispondano alle esigenze degli operatori economici e ne agevolino il rilancio.

 

Il parcheggio, che è aperto tutti i giorni dalle 6 alle 24, era raggiungibile e fruibile solo dai veicoli autorizzati ZTL. Il sistema dei varchi ZTL gestito da Infomobility sarà, d’ora in poi, collegato a quello di rilevamento targhe interno del parcheggio Ghiaia, permettendo così anche alle auto non autorizzate al transito in centro di accedere liberamente al parcheggio. Per chi non è già in possesso di titolo valido, l’ingresso in ZTL sarà consentito solo in caso di utilizzo effettivo del parcheggio Ghiaia.

 

"Sinergia è una parola importante quando pensiamo al rilancio del centro storico e più da vicino a quello della Ghiaia" ha sottolineato il Sindaco Michele Guerra "per questo spazio, così importante per la città, che prendiamo in considerazione a partire da criticità in termini di decoro, sicurezza e commercio, ci siamo attivati in un'ottica di ascolto e coprogettazione con le realtà economiche, le forze dell'ordine, i residenti e con gli Amici della Pilotta promuovendo un percorso serio e tempestivo che possa traghettare ad un complessivo rilancio".

 

Questo nuovo accesso diretto al centro è frutto di un lavoro di rete che sostiene il rilancio e l’auspicata vivacizzazione del comparto.” ha sottolineato l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale con delega alla Mobilità Gianluca BorghiPer la mobilità urbana della città è prioritario l’obiettivo di riduzione del suo impatto sull’ambiente, ma è giusto offrire ai cittadini e a chi viene da fuori un’opportunità in più, per raggiungere i luoghi di interesse del centro”.

 

Grazie al lavoro di squadra tra assessorati, siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo in un periodo natalizio particolarmente importante, dopo il biennio di limitazioni pandemiche” Ha commentato Chiara Vernizzi Assessora alla Rigenerazione Urbana con delega alle Attività economiche e pianificazione per il commercioL’impegno verso il comparto Ghiaia è particolarmente sentito e condiviso e questo ne è un ulteriore e concreto passo avanti"

 

L’ingresso al parcheggio sarà regolato da apposito segnale luminoso posizionato sulla rotonda tra il ponte Verdi e l’inizio di viale Mariotti, che indicherà se il parcheggio è “libero” o “occupato”. In questa zona di “pentimento”, le vetture potranno procedere in direzione del parcheggio e accedervi solo in caso di segnale luminoso “libero”, mentre l’accesso sarà comunque vietato ai non autorizzati in caso di segnale luminoso “occupato”.

L’uscita dal parcheggio è regolamentata da una cordolatura in sede stradale, che da Via Pigorini fino all’intersezione con Viale Mariotti, obbligherà le auto a rispettare il segnale di direzione obbligatorio svolta a destra in uscita dal parcheggio in direzione Stazione, verso la fuoriuscita dalla zona ZTL.

 

Chiesa Corrado – Presidente Progetto Ghiaia Srl: “Come Concessionario abbiamo raccolto la disponibilità della nuova Amministrazione Comunale a rendere fruibile il Parcheggio sostenendo l’investimento tecnologico che ha reso possibile l’iniziativa. Sono 38 i posti disponibili al pubblico, con una riserva anche a persone diversamente abili. Per la sosta il costo è di €/ora 2,00 per un massimo di € 16,00 per l’intera giornata, sia nei giorni feriali che festivi. Il parcheggio è dotato di sistema lettura targhe e di 2 casse automatiche per pagamento in contanti, bancomat e carte di credito. E’ sempre possibile uscire dal parcheggio nell'arco delle 24 ore e solo dopo aver effettuato il pagamento della sosta”.

 

Michele Ziveri Amministratore Unico di Infomobility ha sottolineato come “grazie allo sviluppo dei sistemi tecnologici di Infomobility è stato possibile realizzare questo progetto del Parcheggio Ghiaia in un’ottica di miglioramento dell’accessibilità e della vivibilità del centro storico”.

 

Ascom e Confesercenti Parma hanno definito una novità importante questa apertura. Da tempo chiedevano, infatti, di sbloccare il parcheggio più centrale del centro storico. "Questa apertura è una risposta concreta e frutto del dialogo aperto e franco che si è instaurato con la nuova Amministrazione che, alle soluzioni concrete del recente inserimento della figura dello Street Tutor e alle puntuali e costanti azioni di pulizia nel più grande comparto commerciale all’aperto della città aggiunge ora un servizio che ne sostiene l’accessibilità". Hanno detto i direttori Claudio Franchini di Ascom Parma e Antonio Vinci di Confesercenti Parma.

 

Ivano Ferrarini Amministratore Delegato di  Conad Centro Nord ha confermato, insieme al socio imprenditore Stefano Munari del punto vendita Sapori & Dintorni Conad di Piazza Ghiaia,  i punti di interesse su cui l'Amministrazione si è concentrata, "i segnali importanti che vediamo da questa nuova Giunta, i significativi passi in avanti compiuti in tempi brevi, ci fanno dire che continuare a lavorare insieme, crederci insieme, porterà sicuramente al rilancio del cuore della nostra città".


Nuovi parcometri in città: si pagherà con carta di credito anche in modalità contactless

Nuovi parcometri in città: si pagherà con carta di credito anche in modalità contactless

Pubblicato il 03/10/2022

La possibilità di pagare la sosta su strada anche con la carta di credito è la maggiore novità introdotta dall’intervento di sostituzione e aggiornamento di 38 parcometri presenti nelle zone a maggiore fruizione della città, effettuata a cura di Infomobility Spa, gestore della sosta su strada nel Comune di Parma.

 

L’investimento si colloca nell’ambito delle attività affidate dal Comune di Parma ad Infomobility Spa con l’obiettivo di migliorare i servizi offerti ai cittadini e a tutti gli utenti della mobilità urbana. In questi giorni i tecnici di Infomobility stanno ultimando la sostituzione di 38 parcometri, ormai obsoleti, con nuovi impianti di ultima generazione, dotati di alimentazione a pannello solare, che permettono il pagamento, oltre che con i contanti, anche tramite carte di credito e debito, sia con microchip che in modalità contactless.

 

Oltre ai parcometri è stato acquisito un nuovo software gestionale utile a centralizzare, elaborare e trasferire i dati provenienti dai parcometri verso un data center permettendo così al gestore una consultazione dei dati in tempo reale.

 

In un mondo in cui  è possibile pagare il caffè con il cellulare o con la carta di credito” dichiara Gianluca Borghi - Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità del Comune di Parma – “capita spesso di trovarsi senza monetine in tasca; Il Comune di Parma, al passo coi tempi, mette a disposizione dei cittadini tutta la tecnologia necessaria per semplificare la vita delle persone, anche quando si tratta di una semplice sosta in città che ora i cittadini possono pagare in varie modalità:  non solo contanti, ma anche con carta di credito o APP per smartphone. ”

 

Inoltre si ricorda che è a disposizione gratuitamente per l’utenza l’applicazione per smartphone TAP&PARK, tramite la quale è possibile effettuare il pagamento della sosta sulle righe blu, acquistare gli abbonamenti di sosta, pagare l’accesso alle ZTL senza alcun tipo di costo aggiuntivo e senza recarsi al parcometro.

 

 

 


Limitazioni al traffico per le auto più inquinanti dal 1° ottobre 2022 al 30 aprile 2023

Limitazioni al traffico per le auto più inquinanti dal 1° ottobre 2022 al 30 aprile 2023

Pubblicato il 30/09/2022

Al via come tutti gli anni le limitazioni invernali al traffico veicolare interno alle tangenziali e altre misure in linea con le direttive della Regione per contenere l’inquinamento atmosferico.

Vengono messe in campo una serie di azioni per dare attuazione alla Delibera di Giunta Regionale del gennaio 2021 emessa al fine di corrispondere a quanto indicato a seguito di procedura europea di infrazione per lo sforamento del valore giornaliero PM10 nella nostra Pianura Padana.

 

Si tratta di misure sulla circolazione che rimangono esattamente uguali a quelle dell’inverno scorso 2021/2022, unite a misure ambientali anch’esse in linea con l’anno scorso, quali il contenimento delle temperature per il riscaldamento, il divieto di uso di biomasse, lo spandimento dei liquami e interventi di combustione all’aperto.

 

Tutto è in vigore fino al 31/12/2022 con alcune modifiche previste dal 1° gennaio 2023, in particolare il divieto nei giorni feriali dalle 8.30 alle 18,30 di circolazione per Euro 4 diesel, a meno dell’essere ricompresi in una delle 30 casistiche di deroghe. Restano quindi esclusi molti veicoli e restano percorribili, sempre, tutte le direttrici indicate in mappa esattamente come l’anno scorso (parcheggi scambiatori, ospedali, case di cura e principali parcheggi in struttura).

 

Di seguito si riporta il dettaglio dell’ordinanza che prevede questo tipo di misure nei centri urbani dei Comuni con più di 30 mila abitanti ed in quelli dell'agglomerato urbano di Bologna.

 

Da 01/10/2022 al 31/12/2022, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, eccetto che nelle giornate festive del 01/11/2022, 08/12/2022, 26/12/2022, in tutta l’area interna alle tangenziali come da planimetria costituente l’allegato 1 e nel parco Area delle Scienze (Campus Universitario), l’istituzione del divieto totale di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:  

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3;

C) ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1;

D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

 

Dal 01/01/2023 al 30/04/2023, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, eccetto che nelle giornate festive del 06/01/2023, 10/04/2023 e 25/04/2023,  in tutta l’area interna alle tangenziali come da planimetria costituente l’allegato 1 e nel parco Area delle Scienze (Campus Universitario) l’istituzione del divieto totale di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:  

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 4;

C) ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1;

D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

 

 

Nelle domeniche ecologiche previste ogni domenica dal 01/10/2022 al 31/12/2022, dalle 08.30 alle 18.30, ad eccezione del 25/12/2022, in tutta l’area interna alle tangenziali, come da planimetria costituente l’allegato 1, l’istituzione del divieto totale di circolazione per le seguenti categorie di veicoli : 

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4;

C) ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1;

D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

 

Nelle domeniche ecologiche previste ogni domenica dal 01/01/2023 al 30/04/2023, dalle 08.30 alle 18.30, ad eccezione del 01/01/2023, 09/04/2023 e 25/04/2023, in tutta l’area interna alle tangenziali, come da planimetria costituente l’allegato 1, l’istituzione del divieto totale di circolazione per le seguenti categorie di veicoli : 

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4;

C) ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1;

D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

 

Possono circolare: gli autoveicoli alimentati a benzina omologati Euro 3 o superiori; autoveicoli con alimentazione diesel omologati Euro 5 o superiori. Cicli e motocicli Euro 2 o superiori. Gli autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida e gas metano/benzina o GPL/benzina omologati Euro 2 e successivi; gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car pooling) ciclomotori e motocicli elettrici; inoltre veicoli derogati in ordinanza quali ad esempio, famiglie con una fascia Isee inferiore a 19.000 €; veicoli diretti agli alberghi, i veicoli di persone che svolgono attività di tipo sanitario, i mezzi che trasportano prodotti deperibili, i mezzi con a bordo portatori di handicap, e tutti gli altri veicoli espressamente indicati nell’ordinanza pubblicata integralmente sul sito del Comune di Parma.

 

Le auto potranno raggiungere i parcheggi scambiatori: via Emilia Ovest, via Traversetolo-Esselunga (parcheggio scambiatore Sud - Est), Cavagnari, Palasport e Via Confalonieri. Inoltre è possibile accedere con auto soggette al divieto anche ai due parcheggi coperti del Duc – Direzionale Uffici Comunali, da viale Mentana, ed all'attiguo Dus, da viale Fratti – che saranno, quindi, percorribili. A questi si aggiungono i parcheggi scambiatori Nord, Est e Sud, il parcheggio di strada dei Mercati e quello di via Mantova-via Scola. Sarà anche utilizzabile il parcheggio Toschi, raggiungibile solo percorrendo viale Europa, via IV Novembre in entrata, viale Toschi e viale Bottego in uscita e Park Stazione FS via Villa Sant’Angelo. Sarà raggiungibile il parcheggio dell’Ospedale Maggiore di Via Volturno, Via Abbeveratoia, mediante itinerario indicato nel testo del provvedimento.

Si ricorda che gli automobilisti possono usufruire dei parcheggi scambiatori. I parcheggi scambiatori in città sono 8 e gli autobus che li collegano si muovono su tre assi: Nord - Sud, Sud est - Sud Ovest e Est - Ovest.

 

I parcheggi sono collegati con il centro città da linee urbane.

Il parcheggio Sud Est, in via Traversetolo (uscita 17 della tangenziale) è servito dalle linee 8 e 11.

Il parcheggio Sud, in via Langhirano, vicino alla rotonda del Campus universitario (uscita 15 della tangenziale), è servito dalla linea 21 nei giorni feriali e dalla linea 7 nei giorni festivi.

Il parcheggio Nord, nei pressi del casello dell'Autostrada A1 (uscita 6 della tangenziale), è servito dalle linee 1 e 7.

Il parcheggio Ovest, sulla via Emilia, nei pressi dell'intersezione con la tangenziale (uscita 10), è servito dalla linea 23 nei giorni feriali e dalla linea 3 nei giorni festivi.

Il parcheggio Est, nei pressi del quartiere Ex-Salamini (uscita 19 della tangenziale), è servito dalla linea 23 nei giorni feriali e dalla linea 3 nei giorni festivi.

Il parcheggio di Viale Villetta (uscita 13 della tangenziale) con emettitrice automatica in Viale Villetta/angolo via Stirone, è collegato al centro città con la linea 1.

Il parcheggio Palasport, in largo Beccaria, (uscita 12 della tangenziale) è servito dalla linea 5.

Il parcheggio Cavagnari, (uscita 12 della tangenziale) è collegato al centro con la linea 6.

Per chi usufruisce del parcheggio è possibile acquistare il biglietto presso le emettitrici automatiche: solo € 2,50 per parcheggiare e utilizzare qualsiasi autobus della rete urbana, tutto il giorno. Una soluzione conveniente. Il biglietto, valido per tutto il giorno, può essere acquistato all'emettitrice automatica del parcheggio. E' possibile utilizzare anche un biglietto ordinario che, timbrato in vettura, avrà validità limitata a 80 minuti.  Questo vale anche per le linee notturne incluse nel prezzo.

 

 

L’ordinanza prevede, altresì, l’adozione delle seguenti MISURE EMERGENZIALI, all’interno del periodo di attivazione delle limitazioni alla circolazione ordinarie (01/10/2022-31/04/2023), per rafforzare le misure ordinarie, al verificarsi degli episodi acuti di inquinamento, qualora le previsioni di qualità dell’aria, formulate da Arpae sulla base del proprio sistema modellistico integrato di valutazione e previsione meteorologica e di qualità dell’aria indichino la probabilità di superamento del valore limite giornaliero del PM10, per tre giorni a decorrere da quello di controllo - stabilito in lunedì, mercoledì e venerdì -, a partire dal giorno successivo alla

comunicazione di ARPAE, ovvero dal martedì, dal giovedì o dal sabato e fino al

successivo giorno di controllo incluso, sono da applicarsi:

 

Nel periodo dal 01/10/2022 al 31/12/2022 l’ampliamento della limitazione della circolazione, dalle 08.30 alle 18.30, a tutti i veicoli diesel Euro 4. In particolare, in tutta l’area interna alle tangenziali, come da planimetria costituente l’allegato 1, si istituisce dalle 8:30 alle 18:30 il divieto di totale di circolazione per le seguenti categorie di veicoli: 

- veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

- veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4;

- ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1;

- veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

 

Nel periodo dal 01/01/2023 al 30/04/2023 l’ampliamento della limitazione della circolazione, dalle 08.30 alle 18.30, a tutti i veicoli diesel Euro 5. In particolare, in tutta l’area interna alle tangenziali, come da planimetria costituente l’allegato 1, si istituisce dalle 8:30 alle 18:30 il divieto di totale di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:  

- veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

- veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4 ed Euro 5;

- ciclomotori e motocicli omologati pre Euro ed Euro 1;

-veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1;

 

Nel periodo dal 01/10/2022 al 30/04/2023:

Su tutto il territorio comunale, la riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali) con esclusione degli ospedali, delle case di cura, delle scuole e dei luoghi che ospitano attività sportive;

 

Su tutto il territorio comunale il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva <4 stelle;

 

Su tutto il territorio comunale il divieto assoluto di qualsiasi tipologia di combustioni all’aperto (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…), anche relativamente alle deroghe consentite dall’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco; Sono sempre fatte salve deroghe a seguito di prescrizioni emesse dall’Autorità fitosanitaria.

 

Nelle zone non raggiungibili dalla viabilità ordinaria. È prevista la deroga a tale divieto per soli due giorni all’interno del periodo dal 1° ottobre al 30 aprile di ogni anno, limitatamente alla combustione in loco di soli residui vegetali agricoli o forestali in piccoli cumuli non superiori a tre metri steri per ettaro al giorno.

 

La deroga è consentita solo nei giorni in cui non siano state attivate le misure emergenziali per la qualità dell’aria di cui al punto 5 della presente ordinanza e sempre che non sia stato dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi. Gli abbruciamenti in deroga dovranno essere condotti e comunicati secondo le indicazioni dell’allegato 2 della Delibera di Giunta Regionale n.189 del 15/02/2021;

 

Il divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli su tutto il territorio comunale;

 

Su tutto il territorio comunale il divieto di spandimento dei liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili;

 

Il potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti, sulla base delle limitazioni della circolazione in vigore, e potenziamento dei controlli riguardo al rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di spandimento dei liquami.

 

Il divieto di utilizzo dal 01/10/2022 al 30/04/2023 su tutto il territorio comunale, nelle unità immobiliari dotate di sistema multicombustibile, di focolai aperti, o che possono funzionare aperti, e di impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico di classe emissiva pari a 1 e 2 stelle.

 

Il divieto di installazione degli impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “4 stelle”, già vigente così come disposto dall’Ordinanza rep. n. 92 del 27/9/2019.

 

Si precisa che è obbligatorio utilizzare nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore a 35kW pellet che, oltre a rispettare le condizioni previste dall’allegato X, parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del D.Lgs. n. 152/2006 e s.m.i., sia certificato conforme all’allegato A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un organismo di certificazione accreditato. È stabilito altresì l’obbligo per gli utilizzatori di conservare la pertinente documentazione.

 

 

Sanzioni. In caso d’inosservanza dei provvedimenti di limitazione della circolazione veicolare è prevista la sanzione amministrativa di cui all’art. 7, comma 13 bis del Codice della Strada, pari a 168 euro, ridotti a 117,60 se pagata entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale.

L’inosservanza delle altre misure previste dalla presente ordinanza sindacale sarà punita ai sensi dell’art. 7 bis del Dlgs 267/2000 , con una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25 a Euro 500, con applicazione della art. 16 L. 689/81.

ORDINANZA 2022ALLEGATO 1 - MAPPAALLEGATO 2 - AUTOVEICOLIALLEGATO 3 - Infografica Misure AntismogALLEGATO 4 - Infografica Biomasse

Cresce la Mobilità Sostenibile in Città: Nuove Postazioni Bike Sharing e Buoni Mobilità

Cresce la Mobilità Sostenibile in Città: Nuove Postazioni Bike Sharing e Buoni Mobilità

Pubblicato il 16/09/2022

Come ci muoviamo nella nostra città è un tema centrale di grande interesse per tutte le persone che la abitano. Il Comune di Parma, da sempre sensibile verso tutti i temi che riguardano la qualità ambientale del nostro territorio, consolida e sviluppa l’ampliamento del servizio Parma Bike Sharing, gestito da Infomobility, con quattro nuove postazioni fisse in punti strategici della città (via del Taglio, via Vasari, Passo della Cisa nel quartiere San Lazzaro e in piazzale Lubiana) che permettono così agli iscritti al servizio di usufruire di 46 punti di noleggio a Parma con 250 biciclette.

 

Oggi venerdì 16 Settembre, nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità, è stata inaugurata alla presenza  di Michele Ziveri Amministratore Unico di Infomobility Spa e Gianfranco Berté Mobility Manager Interaziendale di Ausl Parma e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma la  postazione del servizio Parma bike sharing in Via Vasari, sede del Dipartimento di Salute Pubblica di Ausl Parma e  frutto della stretta collaborazione fra l’ufficio del Mobility Management di Ausl Parma e Azienda Ospedaliero-Universitaria, Comune e Infomobility.

 

L’ampliamento del servizio Parma Bike Sharing è stato realizzato dal Comune di Parma e finanziato dal “Programma di incentivazione della Mobilità Urbana Sostenibile – PRIMUS” del Ministero della Transizione Ecologica. L’obiettivo, grazie anche alle nuove infrastrutture, è quello di rendere il servizio sempre più efficiente e capillare, alla portata di tutte le persone che amano spostarsi in modo sostenibile e che hanno a cuore il benessere dell’ambiente che ci ospita. Grazie all’attuazione di politiche tariffarie capaci di favorire la diffusione dell’utilizzo dei mezzi sostenibili, si punta a ridurre l’uso dell’auto privata in città per contrastare l’inquinamento atmosferico legato agli spostamenti urbani. Il servizio favorisce l’intermodalità, ovvero l’uso combinato di diversi mezzi di trasporto per i propri spostamenti in città, riducendo l’inquinamento e il traffico cittadino.

 

L’abbonamento annuale costa 20 euro per il primo anno e soli 15 euro per il rinnovo degli anni successivi; inoltre, considerata la prima mezz’ora di utilizzo gratuita, con il Parma Bike Sharing si risparmia sia tempo che denaro. Gli studenti iscritti all’Università degli studi di Parma e tutti i dipendenti possono beneficiare dello sconto a loro riservato grazie all’accordo pluriennale siglato da Infomobility e Unipr. L’applicazione per smartphone Bicincittà consente di prelevare le biciclette e di verificare in tempo reale la loro disponibilità nelle varie postazioni.

 

In occasione dell’inizio della Settimana Europea della Mobilità, Infomobility, in collaborazione con il Comune di Parma, a partire da oggi mette a disposizione per i nuovi iscritti ai servizi Parma Bike Sharing e Parma Car Sharing un carnet di 550 buoni mobilità che permettono di iscriversi gratuitamente in pochi semplici passi.

 

Anche quest’anno, come sempre, Infomobility è al fianco del Comune di Parma nell’organizzazione di diverse iniziative di questa nuova edizione della Settimana della Mobilità” dichiara Michele Ziveri, Amministratore Unico di Infomobility SpaIl nostro obiettivo è quello di diffondere la mobilità green potenziando i servizi di mobilità sostenibile e condivisa già esistenti e introducendone di nuovi  grazie ai quali conteniamo il traffico urbano, risparmiamo emissioni inquinanti dannose alla nostra salute a salvaguardia della qualità dell’aria che respiriamo; servizi che allo stesso tempo rappresentano un vantaggio  reale per le tasche dei cittadini. Tante le persone che ne hanno usufruito in questi anni  fra cittadini, pendolari e turisti: oltre 70.000 sono gli iscritti ai servizi di bike sharing (anche elettrico), car sharing e monopattini elettrici.

 

Inoltre sempre nell’ambito delle iniziative della Settimana Europea della Mobilità, Sabato 17 settembre 2022, definito come il sabato della sostenibilità, i cittadini avranno possibilità di  sperimentare e provare servizi di mobilità sostenibile presenti in città: in piazza Garibaldi dalle ore 17 alle ore 21  le società che gestiscono i diversi servizi di mobilità condivisa  a Parma (AllWays, Bit Mobility, Dott, Helbiz, Infomobility e TIER) saranno presenti per fornire informazioni, supporto alle iscrizioni, e prove gratuite di monopattini e biciclette elettriche condivise, in una piazza animata dalla musica del DJ set.

 

Durante tutta la giornata la Cicletteria (a lato della stazione ferroviaria), offrirà la possibilità di usufruire gratuitamente dei i servizi di deposito biciclette e noleggio mezzi ciclabili (biciclette elettriche, biciclette tradizionali, tandem, cargo bike, bici da bambini). Ricordiamo che la Cicletteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 6 alle 21 e il sabato, la domenica e i festivi dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

 

Come fare per usufruire dei buoni mobilità:

I nuovi utenti possono usufruire di 450 buoni mobilità per il Parma Bike Sharing inserendo il codice PRIMUSBIKE nell’apposito campo in fase di iscrizione nell’applicazione Bicincittà. Il buono ha un valore di 20 euro e permette di usufruire del servizio per un anno intero, grazie al fatto che la prima mezz’ora di utilizzo è sempre gratuita, anche più volte al giorno.

Chi non si è mai iscritto al Parma Car Sharing, il servizio di auto condivise a postazioni fisse gestito da Infomobility, potrà guidare una delle auto o furgoni condivisi iscrivendosi gratuitamente al servizio: basta scaricare l’App Parma Car Sharing sul proprio smartphone e inserire il codice promozionale PRIMUSCAR. I primi 100 potranno ottenere l’iscrizione gratuita senza limitazioni di validità. Le tariffe orarie sono a partire da 2,50 euro più la tariffa chilometrica da 0,65 euro comprensive di carburante, assicurazione, accesso alle ZTL, parcheggio. A breve verrà rilasciata la nuova versione dell’App Parma Car sharing che ottimizza la veste grafica e la user experience.

Tutti i dettagli su  www.infomobility.pr.it/promozioni


Settimana Europea della Mobilità 2022 a Parma

Settimana Europea della Mobilità 2022 a Parma

Pubblicato il 13/09/2022

E’ in programma a Parma, dal 16 al 22 settembre 2022, la Settimana Europea della Mobilità a cui ha aderito, anche quest’anno, il Comune di Parma. Il tema al centro della kermesse è. “Connessioni migliori”. La città ducale è una delle 9 città italiane che intende raggiungere la neutralità carbonica entro il 2030. Questo passa anche attraverso un’attività di sensibilizzazione, di cambiamento di approccio da parte dei cittadini sul tema della mobilità, ricorrendo sempre di più a forme di spostamento sostenibile, andando a piedi, in bici, utilizzando mezzi di trasporto pubblico locale e lasciando a casa l’auto.

 

L’iniziativa è stata presentata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, dal Sindaco, Michele Guerra; da Gianluca Borghi, Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica e Mobilità del Comune di Parma; da Michele Ziveri, Amministratore Unico di Infomobilty Spa; Valeria Sghedoni, Vicepresidente Tep Spa; Paolo Rezoagli, Presidente di Smtp Spa; Nicola Ferioli, Dirigente Settore Mobilità ed Energia del Comune di Parma; Angela Chiari, Mobility Manager d’area del Comune di Parma; Andrea Mozzarelli – Presidente FIAB Parma Bicinsieme, e di partner dell’iniziativa.

 

La Settimana Europea della Mobilità Sostenibile è coordinata e promossa dal Comune di Parma, con il coinvolgimento di diversi attori interni al Comune ed esterni, tra cui Provincia di Parma, Tep Spa, Infomobility Spa, Università di Parma, ed associazioni tra cui Fiab Parma Bicinsieme, Associazioni di Categoria dei Commercianti, gestori dei monopattini, bici elettriche condivise a pedalata assistita.

 

Programma:

 

Venerdì 16 settembre

Giornata nazionale del Bike to Work: promozione della mobilità ciclabile per spostamenti sistematici casa –lavoro. Sono previsti riconoscimenti ai dipendenti delle aziende aderenti al sistema di mobility management che vanno al lavoro a piedi o in bici. Iniziativa a cura di Comune di Parma, Fiab Parma Bicinsieme Aps, con il coinvolgimento delle aziende della rete dei Mobility Manager.

10.30 – Via Vasari - postazione di bike sharing –. Conferenza stampa: “Nuove postazioni di bike sharing e buoni mobilità. Progetto PRIMUS”. A cura di Comune di Parma ed Infomoblity.

 

Sabato 17 settembre. “Il sabato della sostenibilità”

Due stalli di sosta in viale Maria Luigia, lato torrente Parma, verranno adibiti ad usi alternativi a quello della sosta stessa.

Le attività in programma prevedono, dalle 9 alle 12: lancio della campagna Fiab contro il furto delle biciclette. Consegna della bandiera Comuni Ciclabili all’Assessore Gianluca Borghi. Campagna dei negozi amici della bicicletta, consegna della vetrofania ai negozianti e presentazione della campagna. Presentazione FIAB Parma. Nuovi modelli per il cicloturismo.

Dalle 15 alle 19, sono in programma: seduta gratuita di shiatzu e seduta di yoga. Recall presentazione campagna contro il furto delle bici. Uno sguardo ambientale verso “La Parma” con le associazioni ambientaliste. Premiazione del ciclista urbano (1^ Edizione – promosso da Comune di Parma, BikeFoodStories e Fiab Parma)

Dalle 17 alle 21 – Piazza Garibaldi – Presentazione Servizi Sharing Mobility. Gli operatori Allways, Bit Mobility, Dott, Helbiz, Tier, Infomobility presentano le novità e le agevolazioni legate all’utilizzo di monopattini, bici elettriche condivise e car sharing. A questo si aggiunge Dj Set. Iniziative a cura di Comune di Parma e Infomobility Durante le giornata sono previste erogazione di abbonamenti gratuiti di car e bike sharing, utilizzo gratuito dei servizi della Cicletteria di piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

 

Domenica 18 settembre. “Parma in bici”

10 – Parco della Musica (ex parco Eridania) / ingresso viale Barilla – Parmainbici, pedalata cittadina. Percorso sulle piste ciclabili della città. A cura di Comune di Parma, Fiab Parma Bicinsieme Aps.

 

Lunedì 19 settembre

7.30 – Rilevazione del traffico in entrata alla città in quattro punti strategici (Piazzale Santa Croce, Barriera Garibaldi, Barriera Repubblica, Barriera Farini).

9 – Tettoia Liberty Parco della Musica (ex parco Eridania)– Convegno: “Mobility Management, una rete sempre più estesa”. A cura di Comune di Parma.

 

Martedì 20 settembre

15.30 – Provincia di Parma - Sala Borri – Viale Martiri della Libertà 15. Tavola Rotonda: “La sicurezza e l’educazione stradale per azioni comuni e condivise”. Saranno presenti: Gianluca Borghi, Assessore alla Mobilità del Comune di Parma; Francesco De Vanna, Assessore alla Legalità del Comune di Parma. Michele Cassano, Comandante della Polizia Locale di Parma, rappresentanti della Polizia Stradale, dei Carabinieri, di Euromobility e dell’Ufficio Scolastico Provinciale e rappresentati della ditta Scrat. Con loro anche Angela Chiari, Mobility Manager d’area del Comune di Parma. A cura di Comune di Comune di Parma, Provincia di Parma, Fiab Parma Bicinsieme.

 

Mercoledì 21 settembre

11.30 – Campus Universitario – Fermata Bus Facoltà di Ingegneria. Conferenza stampa di presentazione delle nuove fermate e potenziamento servizio Campus-Express. A cura di Comune di Parma, Tep Spa, Università di Parma.

18 – Parco Bizzozero – Incontro Pubblico/Tavola Rotonda: “Mobilità ciclistica” alla presenza di Andrea Mozzarelli Presidente Fiab Parma Bicinsieme; Mauro Dondè, architetto urbanista, esperto in pianificazione della mobilità ciclistica; Nicola Ferioli Dirigente del Settore Mobilità ed Energia del Comune di Parma. Al centro dell’incontro i temi legati al Piano Generale Mobilità Ciclistica del Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibile, Studi di fattibilità per il collegamento con le frazioni, Progetti dell’Amministrazione.

 

Giovedì 22 settembre

10.30 – Sala Stampa del Comune – Momento informativo circa le modalità di utilizzo e agevolazioni per la ricarica di Veicoli Elettrici su suolo pubblico. Con la partecipazione di Iren Energia per cui sarà presente Cristiano Liardo – Be Charge per cui sarà presente Alice Colombo, EnerMia per cui sarà presente Flavia Samorì.

17.30 – Provincia di Parma – Sala Savani – viale Martiri della Libertà 15. Incontro pubblico: “Cicloturismo a Parma e Provincia”. Saranno presenti amministratori di Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune di Parma, sindaci ed associazioni del territorio

PROGRAMMA SEM 2022

Presentato il Servizio di Biciclette Elettriche Condivise

Presentato il Servizio di Biciclette Elettriche Condivise

Pubblicato il 01/09/2022

Questa mattina in piazza Garibaldi hanno presentato il nuovo servizio di biciclette elettriche condivise presente a Parma da qualche giorno il Sindaco del Comune di Parma Michele Guerra, l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità GianLuca Borghi e l’Amministratore Unico di Infomobility Spa Michele Ziveri.

 

All’incontro hanno preso parte anche i rappresentanti delle due società private che si sono aggiudicate il bando pubblicato da Infomobility su incarico del Comune di Parma: Andrea Giaretta, Regional General Manager Southern Europe della società emTransit s.r.l. (Dott) e Francesco Tagariello, City Manager per Parma e nord Italia della società Vento Mobility s.r.l. (TIER).

 

Il servizio, attivo in via sperimentale fino a fine anno, a regime metterà a disposizione complessivamente 300 ebike in modalità free floating. Grazie a questo nuovo servizio si amplia ulteriormente l’offerta di mobilità sostenibile nella città di Parma permettendo a chi lo desidera di muoversi in modo ecologico, riducendo il traffico e l’inquinamento in città.

 

“E’ con soddisfazione che annunciamo l’arrivo di questo nuovo servizio a Parma che ricordiamo va sempre utilizzato nel rispetto del codice della strada – dichiara Michele Ziveri Amministratore Unico di Infomobility Spa - sia quando si pedala che quando si parcheggia. Le biciclette non possono essere parcheggiate nelle Isole Ambientali e ogni volta che si riconsegnano viene richiesta una fotografia che dimostrerà la correttezza del posteggio”.

 

“Siamo molto felici di attivare il nostro servizio di bici elettriche anche nella città di Parma perché riteniamo che la nostra idea di mobilità sia conveniente ed adatta ad un utilizzo regolare - dichiara Andrea Giaretta, Regional General Manager Southern Europe di Dott. -  Per questo motivo, abbiamo deciso di investire proponendo tariffe costruite a misura di cittadino. Inoltre, grazie alla partnership siglata con Iren per la fornitura di energia, siamo in grado di ricaricare tutti i nostri mezzi con energia 100% green.”

 

“Come Tier siamo contenti di continuare a collaborare con la città di Parma e, dopo i monopattini, offrire con la stessa app anche le bici a pedalata assistita. Le bici sono un servizio ulteriore, che integra e completa le opzioni di micomobilitá giá a disposizione dei cittadini e cittadine di Parma, con percorrenze piú lunghe e utenza piú ampia. - Dichiara Francesco Tagariello, City Manager per Parma e nord Italia di TIER - I dati di questi primi giorni evidenziano che il servizio è molto apprezzato e siamo felici di essere partner di una cittá come Parma, ambiziosa e con una visione chiara verso una mobilitá sempre piú sostenibile e una cittá sempre piú vivibile per le persone.”

 

Il servizio, disponibile tutti i giorni della settimana per 24 ore al giorno, consente ai maggiorenni di prelevare tramite le App dedicate (Dott e Tier) le biciclette elettriche e rilasciarle dopo l’utilizzo all’interno dell’area consentita; il nuovo servizio si affianca a quello a postazioni fisse - il Parma Bike Sharing - presente in città da più di 15 anni con 250 biciclette tradizionali dislocate in 42 punti fissi della città.

 

Informazioni sul servizio:

Il servizio è riservato ai maggiorenni. Per utilizzare le bici è necessario scaricare l’apposita App per smartphone (Dott e TIER Mobility) e registrare il proprio profilo utente. Attraverso l’applicazione si possono ottenere informazioni sull’utilizzo del servizio e indicazioni in tempo reale sulle aree consentite alla circolazione e alla sosta. Tutti i mezzi sono dotati di rilevamento satellitare che previene i furti e allo stesso tempo controlla la velocità del mezzo rallentandola nelle aree pedonali.

 

Le biciclette elettriche condivise possono circolare in ambito urbano fino al prolungamento dell’Area della Scienze in zona sud (Campus Universitario) e sono garantite nei principali luoghi di interscambio presso la Stazione Ferroviaria, i Parcheggi Scambiatori Nord, Est, Ovest, Sud, via Traversetolo Esselunga, Villetta, Cinema Campus e Palasport, così come già avviene per il servizio di monopattini elettrici condivisi.

 

Sono previsti abbonamenti giornalieri, settimanali e mensili a tariffe convenienti. La tariffa standard prevede un costo di sblocco a 1 € e 0,25 € al minuto.  Le società Dott e Tier hanno previsto promozioni in occasione del lancio del servizio.

 

Per maggiori informazioni: www.ridedott.com/it -  www.tier.app/it/


La Mobilità Sostenibile Cresce a Parma: in Arrivo 300 Biciclette Elettriche in Condivisione

La Mobilità Sostenibile Cresce a Parma: in Arrivo 300 Biciclette Elettriche in Condivisione

Pubblicato il 12/08/2022

Una nuova possibilità di mobilità urbana per chi ama muoversi in modo sostenibile in città. Al via l’innovativo servizio di mobilità condivisa delle biciclette elettriche a pedalata assistita: 300 e-bike a flusso libero (free floating). La gestione del servizio è stata affidata a due società private che si sono aggiudicate il bando di gara pubblicato da Infomobility Spa, su incarico del Comune di Parma: emTransit s.r.l., con il brand Dott, e Vento Mobility s.r.l., con il brand TIER.

 

Il servizio, che mette a disposizione complessivamente 300 bici elettriche, è attivo in via sperimentale fino a fine anno tutti i giorni della settimana per 24 ore al giorno; a disposizione degli utenti è inoltre sempre attivo il servizio di call center in diverse lingue. Questo servizio si affianca con modalità di utilizzo differenti al Parma bike sharing con 42 postazioni fisse e circa 250 biciclette tradizionali, presente a Parma da più di 15 anni.

 

Con l’avvio di questo nuovo servizio, ampiamente diffuso nelle principali città europee, il Comune di Parma amplia l’offerta di servizi di mobilità sostenibile disponibili in città a complemento del trasporto pubblico locale, con l’obiettivo di ridurre il traffico veicolare urbano e l’inquinamento atmosferico.

 

“Siamo orgogliosi di estendere la nostra presenza in Emilia Romagna portando le nostre biciclette elettriche a Parma, una città che sta mostrando grande attenzione verso la micromobilità elettrica. Promuovere servizi che permettano ai cittadini di spostarsi in area urbana in modo intelligente e consapevole è la giusta strada per una progressiva transizione ecologica.” - afferma Andrea Giaretta, Regional General Manager Southern Europe di Dott - “Tutti i nostri mezzi, anche quelli utilizzati per le attività di logistica, sono infatti ricaricati con sola energia green certificata proveniente da fonti 100% rinnovabili, grazie al nostro fornitore e partner IRENGO.”

 

“Implementare il servizio di micromobilità in sharing è fondamentale per portare valore aggiunto al territorio e potenziare la mobilità urbana sostenibile - dichiara Saverio Galardi, General Manager Italia di TIER – Siamo molto soddisfatti che il nostro servizio sia entrato nelle abitudini di mobilità dei cittadini di Parma e di poter ampliare ulteriormente l’offerta a loro disposizione. Nel territorio comunale, TIER è adesso l’unico gestore di servizi in sharing operante in multimodalità: le nuove e-bike a pedalata assistita, che garantiranno spostamenti ancora più veloci e sicuri si aggiungono alla ricca flotta di monopattini già a servizio della comunità locale.”

 

Come funziona il servizio

Le biciclette elettriche condivise possono circolare in ambito urbano fino al prolungamento dell’Area della Scienze in zona sud (Campus Universitario) e sono garantite nei principali luoghi di interscambio presso la Stazione Ferroviaria, i Parcheggi Scambiatori Nord, Est, Ovest, Sud, via Traversetolo Esselunga, Villetta, Cinema Campus e Palasport, così come già avviene per il servizio di monopattini elettrici condivisi. Gli utenti sono tenuti a rispettare il codice della strada sia per la circolazione che per la sosta; nelle Isole Ambientali è di fatto interdetta la possibilità di parcheggio.

Per poter utilizzare il servizio è necessario scaricare la app dei servizi Dott e TIER Mobility dagli store on line (Appstore e Playstore) e registrare il proprio profilo utente. Gli utilizzatori devono avere almeno 18 anni di età e, attraverso l’App dedicata, possono ottenere informazioni in tempo reale sulle aree consentite alla circolazione e alla sosta, ricevere le necessarie indicazioni per un corretto uso dei mezzi secondo le regole stradali; sarà inoltre richiesto di caricare la foto del veicolo parcheggiato al termine del noleggio per dimostrare di aver parcheggiato correttamente il veicolo. Tutti i mezzi sono dotati di rilevamento satellitare che previene i furti e allo stesso tempo controlla la velocità del mezzo rallentandola nelle aree pedonali.

 

Tariffe
Le tariffe prevedono un costo di sblocco a 1 € e 0,25 € al minuto, inoltre sono previsti abbonamenti giornalieri, settimanali e mensili con sconti significativi rispetto al prezzo base per soddisfare le esigenze degli utenti. È anche possibile effettuare una prenotazione rapida fino al momento dell’utilizzo del mezzo.

In occasione del lancio del servizio, entrambi gli operatori offrono corse gratuite per i nuovi utenti.

 

 

SCHEDA SINTETICA DELLE SOCIETA’ CHE GESTISCONO IL SERVIZIO A PARMA

 

Dott
Dott, nato ad Amsterdam nel 2018 da un’idea di Maxim Romain e Henri Moissinac, è un operatore leader europeo della micromobilità urbana. Presente nelle principali città di 11 Paesi europei, fra cui Londra, Parigi e Bruxelles, gestisce in totale 40.000 monopattini e 10.000 biciclette elettriche ed è tra le aziende con maggior parco veicolare attivo in Italia, dove è presente a Roma, Milano, Monza, Varese, Torino, Verona, Padova, Ferrara, Reggio Emilia, Alghero, Palermo, Catania e in 5 comuni del Ponente Ligure. Ad oggi, vanta il team più esperto in mobilità e tecnologia in Europa, costantemente impegnato per realizzare il proprio concetto di mobilità in modo sicuro, confortevole, duraturo e sostenibile e per garantire agli utenti un’esperienza di viaggio piacevole e soprattutto su misura della specifica città in cui opera. Info: https://ridedott.com/it

 

TIER Mobility

TIER Mobility è il principale fornitore globale di veicoli di micromobilità in sharing e ha l’obiettivo di migliorare radicalmente la mobilità urbana, fornendo agli utenti una gamma di veicoli elettrici leggeri come i monopattini, le biciclette e i motorini elettrici, tutti alimentati da una innovativa e propria rete energetica. L'obiettivo di TIER è quello di aiutare le città a ridurre la loro dipendenza dalle automobili. Fondata nel 2018 da Lawrence Leuschner, Matthias Laug e Julian Blessin, TIER ha sede a Berlino e attualmente opera in oltre 240+ città in 22 paesi in Europa e in Medio Oriente. Nata con l'obiettivo di fornire soluzioni di mobilità più sicure e sostenibili, TIER ha raggiunto già dal 2020 l’obiettivo di diventare un’azienda “climate neutral”: ciò vuol dire che le sue attività non hanno alcun impatto negativo sul cambiamento climatico. Info: https://www.tier.app/it/


Un nuovo traguardo raggiunto dalla mobilità sostenibile

Un Nuovo Traguardo Raggiunto Dalla Mobilità Sostenibile

Pubblicato il 06/06/2022

Nelle prossime settimane Parma si prepara ad accogliere un nuovo servizio di micromobilità urbana: saranno a disposizione dei cittadini fino a 300 biciclette elettriche a pedalata assistita, in condivisione a postazione libera che si affiancheranno alle 250 biciclette muscolari del servizio Parma bike sharing dotato di 42 postazioni fisse, già da anni presente in città.

 

La gestione del servizio è affidata a due operatori privati, emTransit s.r.l. con il brand Dott e Vento Mobility s.r.l. con il brand TIER powered by Vento Mobility, che si sono aggiudicati il bando di gara pubblicato da Infomobility, su incarico del Comune di Parma. Queste società private vantano un’esperienza nel settore maturata in numerose e importanti città italiane ed europee come Parigi, Londra, Milano e Roma. Nessun costo sarà a carico dell’Amministrazione Comunale o di Infomobility; l’onere economico per la gestione del servizio sarà sostenuto interamente dai diretti responsabili di tale servizio.

 

Il servizio di biciclette elettriche condivise è stato affidato in via sperimentale fino a fine anno; sarà attivo 7 giorni su 7, 24 ore al giorno, e supportato da un call center sempre disponibile per gli utenti in diverse lingue. Le App per smartphone permetteranno agli utenti di noleggiare, prelevare e rilasciare i mezzi, ma anche di informarsi in tempo reale sulle aree consentite alla circolazione e alla sosta. Queste App, inoltre, forniranno le necessarie indicazioni per un corretto uso dei mezzi, indicando le principali norme di comportamento e regole stradali, permettendo all’utente di fotografare il proprio parcheggio per dimostrare di aver posteggiato correttamente il veicolo al termine del noleggio.

 

Le e-bike in questione sono conformi agli standard europei, dotate di batteria integrata con autonomia fino a 100 km e predisposte per la modalità a pedalata assistita.

 

Le biciclette elettriche potranno circolare in ambito urbano fino al prolungamento dell’Area della Scienze in zona sud (Campus Universitario) e saranno garantite nei principali luoghi di interscambio presso la Stazione Ferroviaria, i Parcheggi Scambiatori Nord, Est, Ovest, Sud, via Traversetolo Esselunga, Villetta, Cinema Campus e Palasport, così come già avviene per il servizio di monopattini elettrici condivisi.

 

Gli utenti saranno tenuti a rispettare il codice della strada sia per la circolazione che per la sosta e nelle Isole Ambientali è di fatto interdetta la possibilità di parcheggio.

I sistemi tariffari prevedono un costo di sblocco a 1 € e 0,25 € al minuto, abbonamenti giornalieri a partire da € 2,99 e tariffe promozionali (settimanale e mensili) con sconti significativi rispetto al prezzo base per soddisfare le diverse esigenze. L’utente potrà anche effettuare una prenotazione rapida fino al momento dell’utilizzo del mezzo.

 

Il sistema di sharing offerto dal Comune di Parma, grazie alla società Infomobility, offre una valida alternativa all’automobile ed è facilmente accessibile a tutti i cittadini che possono in questo modo scegliere fra le diverse opzioni proposte. L’obiettivo è quello di limitare l'utilizzo dei veicoli privati a motore per migliorare la qualità dell’aria e fluidificare il traffico, offrendo la possibilità di muoversi agevolmente con questi nuovi mezzi in condivisione.


105° Giro D’Italia, 12° Tappa Parma - Genova, modifiche alla viabilità

105° Giro D’Italia, 12° Tappa Parma - Genova, modifiche alla viabilità

Pubblicato il 18/05/2022

In data 19 Maggio 2022, la città ospiterà la partenza della 12° tappa Parma – Genova del 105° Giro D’Italia.

 

Mercoledì 18 Maggio 2022

 

Nel cuore del centro storico cittadino e precisamente in tutta l’area del palazzo della Pilotta, saranno allestite la zona di partenza e tutte le aree funzionali all’evento (Hospitality, Compound Tv, Podio, area stampa e logistica).

Aree limitrofe saranno utilizzate dall’organizzazione RCS Sport SpA per il Villaggio commerciale del Giro d’Italia,  trattasi di :

 

Borgo Cucine,
Piazzale della Pilotta
Piazzale della Pace
Via  Verdi ( da Via Affò a Via Bodoni)
Via Bodoni

In queste strade cui il traffico sarà completamente inibito già dalle ore 17:00 (divieti di sosta ambo i lati a decorrere già dalle ore 8).

 

Viale delle Fonderie, Via Paciaudi e Via Magnani, saranno utilizzate come aree accessorie dall’organizzazione, pertanto sarà istituito il divieto di sosta ambo i lati in entrambi i giorni con orari differenziati.

 

Giovedi 19 Maggio

 

A partire dalle ore 9:00 e fino alle 13:30 viale Toschi e Viale IV Novembre ospiteranno i veicoli e le squadre degli atleti in preparazione alla partenza, pertanto il transito veicolare sarà completamente inibito.

Sarà inoltre inibito il transito in :

Strada Garibaldi dalle ore 06:00 alle 14:00
Via Verdi, da via Affò a Via Bodoni e via Bodoni in continuità col giorno precedente e fino alle 18:00.
Via Pigorini e Piazza Ghiaia - piazzetta adiacente il civ.15, con traffico completamente inibito dalle 5:00 alle 18:00.
Alle ore 9:40 circa, trenta veicoli della Carovana pubblicitaria forniranno il loro spettacolo in città con transito e breve sosta.

 

Percorso di Gara

 

Dalle ore 09:30 alle ore 12:15 circa e comunque fino a cessate esigenze, sarà istituito il divieto di circolazione e divieto di sosta con rimozione forzata sulle seguenti strade, interessate dal percorso di gara:

 

Piazzale della Pace;

Strada Garibaldi;

Strada Pisacane;

Strada Cavour;

Piazza Garibaldi

Strada Mazzini;

Ponte di Mezzo;

Piazzale Corridoni;

Strada D’Azeglio;

Piazzale S.Croce;

Viale dei Mille;

Piazzale Barbieri;

Via La Spezia – da Piazzale Barbieri al confine comunale.

 

Itinerari alternativi

 

Il tracciato di gara suddividerà in due macro aree la zona centrale e  quella Ovest della città.

La circonvallazione cittadina sarà interrotta ad Ovest in viale Vittoria e Viale dei Mille; l’itinerario alternativo per chi procede in direzione Nord consisterà nel percorrere la circonvallazione Est (Stradone Martiri della Libertà, Viale San Michele, Viale Tanara, Viale Fratti, Viale Bottego, Viale Piacenza ecc. ecc.); per chi procede verso Sud, provenendo dalla zona Nord, l’itinerario è il medesimo, sui viali complementari ( Viale Mentana, Viale P. Maria Rossi , di nuovo Stradone Martiri della Libertà)

Durante il transito della manifestazione per chi procede in direzione Ovest verso Ponte Italia, si consiglia deviazione in Viale Duca Alessandro o Viale Solferino, poiché il Ponte sarà chiuso alla circolazione.

Non sarà possibile durante il periodo di sospensione temporanea della circolazione attraversare  via La Spezia, se non utilizzando la Tangenziale Sud SS9 VAR/A, i cui svincoli di uscita sulla via La Spezia saranno opportunamente chiusi alla circolazione per chi procede al suo interno.

 

Per gli itinerari Est-Ovest le direttrici saranno libere alla circolazione. Trattasi di Via Emilia Est, circonvallazione Est, Staz. FFSS, Viale Piacenza, Piazzale Caduti del Lavoro, Via Emilia Ovest.

Il percorso inverso Ovest-Est da Via Emilia Ovest e P.le Caduti del Lavoro, non potrà procedere su Via Gramsci (chiuso P.le S.Croce) ma deviare su Via Buffolara, Via Savani, Viale Piacenza , Stazione FFSS ecc. ecc.

 

Il centro storico sarà raggiungibile da residenti ed autorizzati tramite strada XXII Luglio, Piazzale Salvo D’Acquisto, Strada al Ponte Caprazzucca, Via Duse..

 

L’Ospedale Maggiore sarà raggiungibile per chi proviene da Sud attraverso Tangenziale Sud uscita n°11 Via Martiri della Liberazione, Via Volturno, Via Abbeveratoia

 

Al fine di agevolare il traffico cittadino verranno destituite le corsie preferenziali BUS di Strada Garibaldi, Viale Toscanini e viale Mariotti con contestuale destituzione dei sistemi elettronici di rilevamento (telecamere varchi), contestualmente verrà destituita l’isola ambientale di borgo G. Tommasini – Nazario Sauro con disattivazione del sistema di rilevamento elettronico.

 

Considerata l’importanza della manifestazione sportiva, a carattere internazionale e la complessità della struttura organizzativa correlata, in alcune aree non sarà possibile raggiungere i passi carrai; in questo caso i titolari di posto auto interno, nei periodi di inagibilità dei passi carrabili potranno ottenere permesso di sosta “AGT” in ZTL1 e Zona 11, inoltrando il modello scaricabile al seguente link:

https://www.infomobility.pr.it/wp-content/uploads/2021/10/AGT.pdf

unitamente agli allegati richiesti, all’indirizzo  imobility@infomobility.pr.it

Numero Verde: +39 800.238.630 attivo lun-ven dalle 8.30 - 13 / 14 – 17.

 

L’evento comporterà  inevitabili disagi sulla circolazione stradale e sul trasporto pubblico; l’azienda TEP provvederà alla deviazione dei bus interessati, dando opportuna comunicazione dei percorsi alternativi delle linee di trasporto pubblico locale alla cittadinanza.

ORDINANZA GIRO D'ITALIAPlanimetria riepilogativa delle modifiche alla circolazione stradale in prossimità della partenzaPlanimetria generale indicante il percorso della gara

Area Verde a Parma

Area Verde: la nuova mobilità di Parma all'interno delle tangenziali

Area Verde: la nuova mobilità di Parma all'interno delle tangenziali

Pubblicato il 02/05/2022

In attuazione del PUMS, il Comune di Parma ha elaborato un Master Plan della Mobilità (MMP) focalizzandosi sull’obiettivo di integrare gli strumenti di regolamentazione degli accessi all’area urbana con quelli applicati nell’area centrale (ZTL e Isole ambientali), attraverso l’impiego di tecnologie di controllo e monitoraggio elettronico,  finalizzati a rendere stabili durante tutto l’arco dell’anno solare le misure adottate con il Piano dell’Aria Integrato Regionale (PAIR) e per i prossimi anni ad introdurre con gradualità regolamentazioni sempre più coerenti con il necessario miglioramento delle categorie ambientali dei mezzi circolanti (categorie omologazione EURO).

 

Con ordinanza sindacale viene quindi istituita una nuova Z.T.L. denominata “Area Verde” comprensiva di tutta l’area interna all’anello delle tangenziali (come da planimetria allegata).

 

In tutta la Z.T.L. “Area Verde” dal 01/05/2022 al 30/09/2022 -  dal lunedì al venerdì -  dalle 08.30 alle 18.30 entrerà in vigore l’istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ;

B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3;

C) motoveicoli omologati pre Euro ed Euro 1;

D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

 

La regolamentazione del numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in Area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “2” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2022 al 30/09/2023, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, sarà istituito divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2
veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4;
motoveicoli omologati pre Euro ed Euro 1
veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in Area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “3” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2023 al 30/09/2024, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4;

C) motoveicoli omologati pre Euro ed Euro 1;

D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro ed Euro 1.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in Area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “4” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2024 al 30/09/2025, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4 ed Euro 5;
C) motoveicoli omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “5” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2025 al 30/09/2026, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2 ;
B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4 ed Euro 5;
C) motoveicoli omologati pre Euro ed Euro 1 ed Euro 2;
D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “6” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2026 al 30/09/2028, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:
A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4 ed Euro 5;
C) motoveicoli omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “7” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2028 al 30/09/2029, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, l’istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 ed Euro 6 a, b, c ;
C) motoveicoli omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in Area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “8” Allegato “B”.

 

Dal 01/10/2029 al 30/09/2030, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, l’istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:
A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 ed Euro 6 a, b, c ;
C) motoveicoli omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in Area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “9” Allegato “B”.

 

Dall’ 01/10/2030, dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 18.30, istituzione del divieto di circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

A) veicoli con accensione comandata (alimentati a benzina) omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
B) veicoli con accensione spontanea (diesel) cat. M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati pre Euro, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro5 ed Euro 6 a, b, c ;
C) motoveicoli omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro 2;
D) veicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati pre Euro, Euro 1 ed Euro2.

Regolamentazione numero di accessi consentiti ai veicoli oggetto di limitazioni in Area Verde e nei corridoi di transitabilità secondo quanto in tabella “10” Allegato “B”.

 

Sono escluse dai divieti di circolazione le seguenti strade che manterranno la percorribilità, a seconda di quanto stabilito nelle tabelle allegato “B” :

- Via Emilio Lepido: dalla rotatoria ad intersezione Strada S. Donato alla rotatoria ad intersezione tangenziale Nord S.S.9 VAR svincolo n°1;
- Via Mantova: tratto compreso tra l’innesto con il ramo di svincolo sud con la Tangenziale Nord S.S.9 VAR ed il relativo sottopasso stradale;
- Via Rodolfi M., Via Bormioli, Via Silva da Via Bormioli a Via Paradigna, rotatoria di via Paradigna con via Silva, via Paradigna dalla rotatoria con via Silva alla rotatoria con L.go Simonazzi;
- Via San Leonardo: tratto compreso tra le rotatorie poste agli svincoli n°5 delle carreggiate Sud e Nord Tangenziale Nord S.S.9 VAR;
- Viale Europa, Viale IV Novembre, Viale Toschi da v.le IV Novembre a viale Bottego, Viale Bottego, da Viale Toschi a Viale Europa;
- Via Villa Sant’Angelo, tratto compreso tra viale Europa e le rampe di ingresso/uscita del parcheggio in struttura;
- Viale Bottego tratto compreso tra viale Toschi e strada Garibaldi, Strada Garibaldi tratto compreso tra viale Bottego e viale Mentana, viale Mentana tratto compreso tra strada Garibaldi e piazzale Allende, piazzale Allende, viale Fratti, via Muggia;
- Strada Baganzola: tratto compreso tra le rotatorie poste agli svincoli n°7 delle carreggiate Sud e Nord Tangenziale Nord S.S.9 VAR;
- Strada Dei Mercati dalla rotatoria con via Ferretti alla rotatoria con via Melvin Jones;
- Via Melvin Jones;
- Via Emilia Ovest da svincolo n°10 Tang. Sud S.S.9 VAR/A raccordo Tang. Nord S.S.9 VAR a P.le Caduti del Lavoro, rami di Svincolo Tang. Nord S.S.9 VAR uscita Crocetta, via Fleming;
- Parcheggio scambiatore Ovest Largo XXIV Agosto 1942;
- Strada Martiri della Liberazione tratto compreso tra gli svincoli n°11 della Tangenziale Sud S.S.9 VAR/A e Via Volturno;
- Via Volturno tratto compreso tra Strada Martiri della Liberazione e Via Fleming/Pellico; - Via La Spezia: dallo svincolo n°12 con la Tangenziale Sud S.S.9 VAR a Via Silvio Pellico, Largo Cesare Beccaria, Via Casati Confalonieri, Via Silvio Pellico, Via Colli da Via Fleming a Strada Abbeveratoia, Strada Abbeveratoia da ingresso/uscita Park Abbeveratoia a Via Volturno, Via Volturno da rotatoria Via Fleming/Via Pellico a Largo Mirella Silocchi, Largo Mirella Silocchi;
- Strada Farnese: tratto compreso tra gli svincoli n°13 di entrambe le carreggiate della Tangenziale Sud S.S.9 VAR/A;
- Strada Montanara tratto compreso tra gli svincoli n°14 di entrambe le carreggiate della Tangenziale Sud S.S.9 VAR/A;
- Strada Traversetolo: dalla Tangenziale Sud S.S.9 VAR/A alla rotatoria con via Pertini, via Pertini tratto compreso tra Str. Traversetolo e ingressi parcheggio Esercizio Comm.le “Esselunga”, parcheggio Esercizio Comm.le Esselunga, largo Alfredo Bottai (Parcheggio Centro commerciale “Eurosia”);
- Strada Traversetolo tratto compreso tra la rotatoria con via Pertini e la rotatoria con via Montebello, via Montebello tratto compreso tra la rotatoria con strada Traversetolo e via Cella, via Cella via Cenni lato tratto compreso prospicente piazza Maestri, Piazza Maestri e via Zanardi tratto compreso tra Piazza Maestri e strada Traversetolo;
- Strada Farnese, tratto compreso tra lo svincolo n°13 della Tangenziale e la rotatoria con viale della Villetta, rotatoria posta tra strada Farnese via Chiavari, via Baganza e v.le Villetta, via Baganza, piazzale Fiume, ponte dei Carrettieri, via Po tratto compreso tra ponte dei Carrettieri e piazza Lago Santo, piazza Lago Santo;
- Viale Villetta Tratto compreso tra la rotatoria posta tra via Chiavari Str. Farnese via Baganza viale Villetta e via Ugo Bassi.

 

Sono esclusi dalle limitazioni della circolazione disposte dalla presente ordinanza i seguenti veicoli:

1. autoveicoli con almeno n. 3 persone a bordo (car pooling), se omologate a 4 o più posti, e con almeno 2 persone, se omologate a 2/3 posti;
2. autoveicoli elettrici e ibridi;
3. ciclomotori e motocicli elettrici;
4. autoveicoli a gas metano-benzina o GPL-benzina omologati Euro 2, fino al 30 Settembre 2024 ed omologati Euro 3 dal 1 Ottobre 2024 a 31 Ottobre 2030;

5. veicoli utilizzati da donatori di sangue nella sola giornata di prelievo per il tempo strettamente necessario da/per la struttura adibita al prelievo;
6. veicoli diretti agli istituti scolastici per l’accompagnamento, in entrata ed uscita, degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o autocertificazione indicante l’orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo tale orario;
7. veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 19.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare e regolarmente immatricolati e assicurati e muniti di autocertificazione;
8. carri funebri e veicoli al seguito;
9. veicoli diretti alla revisione e veicoli che devono effettuare la sostituzione dei pneumatici da quelli estivi a quelli invernali purché muniti di documentazione che attesti la prenotazione o copia della fattura/ricevuta fiscale che attesti l’effettuazione dell’intervento;
10. veicoli attrezzati per il pronto intervento e manutenzione di impianti pubblici e privati, a servizio delle imprese e della residenza;
11. veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere autorizzate dall’Amministrazione comunale;
12. veicoli a servizio di persone soggiornanti presso le strutture di tipo alberghiero site nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura medesima, dotati di prenotazione, oppure facendo pervenire al Corpo di Polizia Locale, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione vistata della struttura ricettiva, ovvero copia della fattura in cui risultino intestatario e targa del veicolo rilasciata dalla suddetta struttura, a condizione che la stessa sia situata all’interno del Comune;
13. autocarri di categoria N2 e N3 (autocarri aventi massa massima superiore a 3,5 tonnellate) limitatamente al transito dalla sede operativa dell’impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieto e viceversa);
14. veicoli adibiti al servizio postale universale o in possesso di licenza/autorizzazione ministeriale di cui alla direttiva 97/67 CE come modificata dalla direttiva 2002/39 CE decreto legislativo 22 luglio 1999,n.261 e s.m.i.);
15. veicoli muniti di autorizzazione alla circolazione di prova ai sensi dell’art. 1 del D.P.R. 24 novembre 201,n.474;
16. veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzione sui servizi essenziali (fognatura, acqua, gas, energia elettrica, telefonia) e tutela igienico ambientale;
17. veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di strutture pubbliche e di assistenza socio-sanitaria, scuole e cantieri;
18. veicoli di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale e la pubblica sicurezza;
19. veicoli di turnisti e di operatori in servizio di reperibilità muniti di certificazione del datore di lavoro;
20. veicoli utilizzati da persone il cui orario lavorativo, abbia inizio o fine in orari non coperti dal trasporto pubblico o che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro purchè muniti di dichiarazione del datore di lavoro o autocertificazione nel caso di lavoro autonomo, attestante l’orario e/o il luogo di lavoro;
21. veicoli appartenenti ad istituti di vigilanza;
22. veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (taxi, noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc.);

23. veicoli a servizio di persone invalide provvisti di contrassegno "H" (handicap);
24. veicoli utilizzati per il trasporto di persone o animali d’affezione sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite e trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria o comunque facendo pervenire al Corpo di Polizia Locale, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione rilasciata dal medico curante o dal medico della struttura di riferimento; veicoli utilizzati per assistenza a persone non autosufficienti, a domicilio o presso strutture di ricovero, muniti di certificazione rilasciata dal medico curante o dalle strutture medesime; veicoli utilizzati per il trasporto di persone dimesse da strutture ospedaliere con apposita certificazione;
25. veicoli di paramedici e assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;
26. veicoli adibiti al trasporto di merci deperibili, farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici, ecc.); 27. veicoli adibiti al trasporto di stampa periodica;
28. veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo, durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);
29. veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all’art. 60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, StoricoLancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, muniti del permesso di transito e sosta “Parma! iMobility” , o limitatamente alle manifestazioni organizzate.
30. autoveicoli per trasporti specifici e per uso speciale, così come definiti dall’art. 54 del codice della strada e altri veicoli ad uso speciale (vedi allegato n.”D”).

 

Parte integrante dell’ordinanza ordinanza sono gli allegati:

· “A” (Perimetrazione area)
· “B” (Tabelle accessi/classi ambientali)

· “C” (Corridoi di transitabilità)
· “D” (Tipologia veicoli esclusi dalle limitazioni)

 

Il sistema di deroghe e di concessione degli accessi nell’Area Verde contenuti nel presente provvedimento di cui all’allegato “B”, sono soggetti a possibili rivalutazioni all’intervenire di provvedimenti dei decreti Regionali in materia di tutela della qualità dell’aria e di più restrittive misure emergenziali, che impongano ulteriori e più stringenti limitazioni della circolazione veicolare per i mezzi più inquinanti. La società Infomobility Spa provvederà alla posa della segnaletica verticale ed al tracciamento della segnaletica orizzontale secondo le normative vigenti; La società Infomobility Spa è responsabile dell’accreditamento degli accessi veicolari.

 

L'istituzione di Area Verde rientra tra i parametri di interesse nella selezione di Parma, da parte della UE, come una delle "100 città della Missione Europea per diventare a impatto zero nel 2030".

ORDINANZA AREA VERDEALLEGATO A - PLANIMETRIAALLEGATO B - TABELLE REGOLE DI ACCESSO E CIRCOLAZIONEALLEGATO C - CORRIDOI TRANSITABILITA'ALLEGATO D - VEICOLI ESCLUSI