INFOMOBILITY PASSA IL SECONDO ESAME CON LA COMMISSIONE EUROPEA

Nelle giornate dell'1 e 2 Febbraio 2016 Infomobility ha passato con successo il secondo Review Meeting con i commissari dell'Unione Europea che si è tenuto a Lisbona, città pilota del progetto SIMON per la mobilità dei disabili.
Come sempre l'incontro con il Consorzio e i commissari europei è stata occasione di confronto, di rendicontazione sullo stato di avanzamento dei lavori e di nuovi spunti per coinvolgere sempre più cittadini nella fase di sperimentazione del progetto, già avviata da qualche mese. 
Il prodotto del progetto SIMON, ideato e realizzato dal consorzio e LocosLab, è una nuova APP, dedicata agli utenti con disabilità e ai loro parenti ed amici. L'applicazione è scaricabile da Google Store e permette di comunicare direttamente gli accessi ai varchi, trovare il parcheggio per disabili più vicino, verificare orari degli autobus, definire percorsi, conoscere i tempi per arrivare in un determinato luogo e tante altre funzioni che saranno implementate. Attualmente SIMON APP è in fase di sperimentazione, oltre che a Parma, anche nelle altre tre città pilota quali appunto Lisbona,  Madrid e Reading nel Regno Unito. E proprio durante il meeting di Lisbona alla città di Parma, nello specifico a Infomobility, è stato dato l'input di collaborare con il Comune e nello specifico con gli assessorati alla mobilità e ambiente e alle politiche di disabilità per poter diffondere e promuovere SIMON APP su una larga scala di utenti. Fra gli obiettivi del finanziamento vi è quello non solo di creare un prodotto per i cittadini con difficoltà di mobilità, ma di dare un concreto aiuto a chi ne ha diritto e bisogno per gli spostamenti urbani. "E' per questo - spiega l'a.u. Giovanni Bacotelli, che desideriamo coinvolgere non solo le autorità politiche ma anche le associazioni che si occupano di politiche per la disabilità, i trasportatori, i volontari e tutte le persone sensibili a questo tema che possano diventare opinion leader e divulgare il progetto". Se SIMON APP funzionerà a Parma e nelle altre città pilota del Consorzio, si potrà replicare anche in altre città italiane ed europee. A partire da oggi, tutti sono chiamati a partecipare al progetto e a collaborare in modo propositivo. Fra meno di un anno ci sarà l'esame finale.

Lisbona, 2 Febbraio 2016