AWAIR

Il progetto AWAIR affronta il problema della qualità dell'aria come sfida comune per quei territori dell'Europa Centrale caratterizzati da forti pressioni antropiche e frequenti condizioni di stagnazione dell'aria. Il progetto è dedicato agli episodi acuti e in particolare alla implementazione di azioni volte alla riduzione dei livelli degli inquinanti atmosferici e alla salvaguardia della salute dei cittadini.

Il progetto intende, quindi, raccogliere le conoscenze esistenti e valorizzare
l'esperienza dei partner al fine di definire un appropriato insieme di azioni di mitigazione e adattamento, promuovendo un sistema di gestione integrato degli episodi acuti di inquinamento a livello sovraurbano (Functional Urban Areas).

Il progetto, finanziato da Interreg Central Europe per una cifra totale di 1.936.000 euro, è coordinato da ARPAE - Emilia Romagna, e ha come partner italiani Comune di Parma e Consorzio CINSA - Consorzio Interuniversitario Nazionale per le Scienze Ambientali - dell'Università di Parma, responsabile delle attività di comunicazione e divulgazione. Gli altri partner sono le aree cittadine e le municipalità di Budapest (Ungheria), Katowice (Polonia) e l'ente di ricerca Helmholtz Zentrum di Monaco (Germania). Tra i partecipanti italiani anche tre enti interessati ai risultati: l'Associazione per l'Aiuto ai Giovani Diabetici, l'Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma e il Centro di Etica Ambientale.

I dati dicono che molti casi di malattia, e anche decessi, dipendono dagli inquinanti atmosferici e in tutta Europa si sente l'esigenza di superare le abituali misure con cui si cerca di limitare l'esposizione dei cittadini.
Per questo è importante la collaborazione tra diversi Paesi, per concentrare le attività di ricerca su aree in cui ogni inverno si verificano gli episodi di inquinamento (come i superamenti consecutivi di PM10), quelli che si associano al blocco del traffico, o alle limitazioni nell'uso del riscaldamento.
Il Comune di Parma e il CINSA lavorano insieme per studiare strategie opportune per affrontare i fenomeni dei picchi di inquinamento. Il progetto mira a mettere a punto nuovi metodi di monitoraggio, e nuovi indicatori che sappiano dire se le misure prese dagli amministratori locali sono efficaci in materia di riduzione delle emissioni di inquinanti. Il target oggetto di coinvolgimento di AWAIR sono le fasce più vulnerabili della popolazione, tra cui bambini, donne in stato di gravidanza, anziani, diabetici, cardiopatici, asmatici, etc. Tra la varie attività previste nel progetto c'è l'organizzazione di tavoli di lavoro con stakeholders provenienti da vari settori: medici per l'ambiente, cardiologi, pneumologi, professori universitari, esperti di ambiente, rappresentanti di associazioni, etc.
Al termine dei  tre anni di lavoro saranno noti i risultati del lavoro di gruppo dei sette  Istituti ed Enti che si è riunito sotto la guida di ARPAE.

https://www.interreg-central.eu/Content.Node/AWAIR.html